Cogenerazione e oneri di rete

Abbiamo il caso di un impianto di cogenerazione da 400 kW entrato in esercizio nel 2006, senza qualifica CAR, autoconsuma in stabilimento tutta l’energia elettrica prodotta. L’applicazione della delibera 578/2013 quali effetti può avere nelle condizioni attuali? Se l’unità di cogenerazione di cui sopra risulta cogenerativa in applicazione della delibera 42/02, valida al momento della costruzione, oltre all’accesso ai benefici del DM 5 Settembre 2011, è esonerata dal pagamento degli oneri di rete? Ai fini dell’utilizzazione della procedura RICOGE la richiesta CB consente di qualificare l’impianto ai sensi della 42/02. In questo caso la strumentazione deve rispondere ai requisiti della 42/02, è corretto?

Nel caso in esame, se l’unità di produzione e di consumo sono gestite dal medesimo soggetto giuridico già dal 1/1/2014, si rientra nei SEESEU di tipo A, quindi gli oneri di sistema si pagano solo sull’energia prelevata (come già avviene). Per impianti entrati in esercizio dopo il 6/3/2007 e prima del 2011, se la CAR non è rispettata, per la sola richiesta dei certificati bianchi, si può verificare la rispondenza alla delibera 42/02.