Etichettatura energetica

Lo scopo dell’etichettatura energetica è quello di fornire informazioni ai clienti finali riguardo il consumo energetico dei prodotti coperti, per favorirne un impiego più razionale, mirato al risparmio di energia e alla riduzione dell’impatto ambientale, e accanto a ciò dare un contributo allo sviluppo tecnologico di tali prodotti.

Il 19 maggio 2010 è stata approvata la Direttiva 2010/30/UE concernente l’indicazione del consumo di energia dei prodotti connessi all’energia mediante etichettatura, che abroga la precedente Direttiva 75/1992. Tale direttiva è stata recepita con il Decreto Legislativo 28 giugno 2012, n. 104, che risponde inoltre all’esigenza di regolamentare l’etichettatura energetica su tutto il territorio nazionale mediante accordi volontari e relative verifiche da parte dell’ENEA.

Sei un socio? Effettua il login per visualizzare il contenuto