Nomina l’energy manager!

3 marzo 2017 – Scade il 30 aprile p.v. il termine ultimo per inviare alla FIRE, secondo le procedure la nomina dell’energy manager.
La nomina, comunicata alla Federazione su apposito modulo, può essere inviata anche per posta certificata all’indirizzo: fireamministrazione@pec.it.
Il responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia è una figura introdotta in Italia dalla legge 10/91 per i soggetti (enti pubblici e privati) caratterizzati da consumi importanti, espressi in tonnellate equivalenti di petrolio (tep): 10.000 tep per le imprese del settore industriale; 1.000 tep per gli altri settori previsti dalla stessa legge.
Gli energy manager operanti in Italia sono circa 2.650, di cui oltre 500 sono responsabili locali di aziende che si diramano con più sedi sul territorio nazionale e che presentano consumi superiori alle soglie indicate.
Per diventare energy manager ed essere inseriti nell’elenco (non si tratta di un albo, dunque) curato e gestito dalla FIRE per incarico del Ministero delle Attività Produttive, occorre essere nominati da un soggetto, non necessariamente sottoposto all’obbligo, seguendo le istruzioni fornite nella sezione del sito FIRE guida alla nomina.
Le funzioni che l’Energy Manager deve svolgere sono indicate nella sezione dedicata del sito FIRE.