Biomassa per impianti di grande potenza (P>50kW)

Le biomasse di origine forestale, i sottoprodotti di processi nell’agro-industria, e i combustibili solidi derivati dal ciclo dei rifiuti (combustibili solidi secondari – CSS) possono essere impiegati per produrre calore per applicazioni nel teleriscaldamento e nell’industria e per la produzione di elettricità, preferibilmente in cogenerazione. La complessità intrinseca di questi impianti è dovuta al fatto che per facilitare la movimentazione della biomassa attraverso benne, tazze o pale meccaniche, questa deve essere sminuzzata in piccoli pezzi, producendo il cosiddetto cippato (o chips); inoltre si hanno difficoltà legate al volume necessario per la conservazione.

E’ necessaria una caldaia che assicuri una combustione completa ed infine un impianto di trattamento dei fumi.

Sei un socio? Effettua il login per visualizzare il contenuto