Atti del Convegno ad Ecomondo: ” Nuovi obiettivi per i certificati bianchi”

Rimini, 8 novembre 2012

La FIRE ha organizzato un evento dedicato al meccanismo dei certificati bianchi nell’ambito di KeyEnergy fin dall’avvio della manifestazione. L’incontro è sempre stato caratterizzato da un’ampia partecipazione sia di soggetti interessati a conoscere lo schema, sia di addetti ai lavori, con i quali si è proceduto a uno scambio di pareri e a un approfondimento dei temi più importanti. Dall’emanazione della delibera dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas EEN 9/11 lo schema è diventato molto più interessante dal punto di vista economico, aspetto evidenziato anche dalla crescita dei progetti presentati a inizio 2012. Negli ultimi mesi si è inoltre assistito a un netto incremento degli interventi integrati e industriali. Molto importante per il futuro sarà l’andamento di domanda e offerta, che determina il prezzo dei titoli. A seconda dei nuovi obiettivi nazionali fissati dal Ministero dello sviluppo economico e dell’andamento delle domande di incentivo si potrebbe passare da una fase di crescita dei prezzi a una di stabilizzazione o addirittura a un’inversione di tendenza. Nel convegno, ad accesso libero, si è fatto il punto della situazione con le istituzioni interessate e con i principali stakeholder. Seguendo la formula vincente introdotta da FIRE nella prima conferenza “Certificati bianchi: titoli di efficienza energetica a portata di mano”, sarà dato spazio al dibattito con il pubblico e alla risposta a domande pratiche per la presentazione di progetti.

Il meccanismo dei Certificati Bianchi – Dario Di Santo, FIRE

Le linee guida e i risultati – Marcella Pavan, AEEG

L’andamento del mercato dei titoli – Stefano Alaimo, GME

I progetti a consuntivo e le nuove schede – Nino Di Franco, ENEA

Progetti a consuntivo: risultati e tendenze – Enrico Biele, FIRE

L’esperienza di un operatore – Simone Mura, Tholos