Atti convegno Key Energy 2019 “Certificati bianchi: uno strumento da rivisitare?”

All’interno del tradizionale convegno organizzato da FIRE a Keyenergy 2019, tenutosi il 6 novembre, si è parlato della crisi che sta attraversando il meccanismo dei certificati bianchi e discusso di possibili proposte per superare questa fase di stallo.
Di seguito è disponibile la presentazione del direttore di FIRE Dario Di Santo, che ha offerto un excursus storico dello schema e illustrato alcune delle proposte che sono emerse o stanno emergendo dai diversi tavoli interassociativi cui FIRE partecipa.

Nella tavola rotonda successiva sono stati coinvolti diversi stakeholder, sia lato domanda che lato offerta, i quali hanno concordato sulla possibilità di risollevare lo schema mediante alcune modifiche legislative: tra queste è stato auspicato uno sblocco dell’offerta, tornando a premiare l’efficienza energetica senza stretti vincoli di pre-selezione delle tecnologie, e lato domanda la possibilità di fissare obblighi con cadenza pluriennale modulandoli annualmente all’interno di questa finestra sulla base di previsioni ed aspettative di titoli. A ciò si devono necessariamente accompagnare un cambiamento di approccio da parte del GSE, che sia maggiormente improntato al dialogo con gli operatori, e una reale volontà politica di fare ripartire lo schema. Si segnala inoltre il documento di proposte inviato da FIRE alle Istituzioni competenti a inizio 2019 e predisposto nell’ambito di un tavolo di lavoro che aveva coinvolto i principali stakeholder.

Certificati bianchi: storia, situazione e proposte – Dario Di Santo, FIRE